Paolo Virzi’ incontra il pubblico del Genova Film Festival

Una sala gremita di persone ha accolto ieri sera, giovedì 1 Luglio, al cinema Corallo, il regista Paolo Virzì e il suo ultimo film “La prima cosa bella”.
Presenti, oltre a un numerosissimo pubblico, i direttori della rassegna cinematografica genovese, Antonella Sica e Cristiano Palozzi, il critico Oreste De Fornari che lo ha intervistato in sala dopo la proiezione del film e molti giovani registi in concorso che hanno seguito l’incontro per ascoltare insegnamenti e consigli utili per il loro futuro.
La chiacchierata tra De Fornari e Virzì si e’ svolta come un incontro tra due vecchi amici, arricchita da simpatia e molte risate da parte del regista e del pubblico. Alla domanda su quali sono le regole della grammatica cinematografica Virzì risponde: “ Il mio segreto è indossare un paio di occhiali che rendano tutto fantasioso, bisogna saper osservare le persone che ti stanno vicino, come te in questo momento – riferendosi a De Fornari – ti potrei analizzare e dire molte cose sul tuo abbigliamento e sul tuo aspetto, oltre a questo punto fondamentale bisogna conoscere il vissuto delle persone in modo da poterlo interpretare”.
Segue la citazione di De Fornari al maestro di Virzì, Furio Scarpelli, da cui ha dedotto i suoi due punti fondamentali per lo stile di regia, ovvero l’importanza data alla sceneggiatura e il fatto che non basta vedere tanti film per essere un buon regista, ma bisogna leggere molti romanzi. “Racconto e vissuto sono inscindibili” risponde Virzì “ ognuno ha la sua importanza perciò non è possibile separarli, il cinema non è solo scrittura ma è anche visione, l’errore è quello di affidarsi completamente alla macchina da presa”. Alla domanda sul film preferito, il regista ridendo risponde “Otto e mezzo” di Federico Fellini e La Dolce Vita” sempre di Fellini.
Infine la domanda per i progetti futuri “ Non ci penso troppo, ora sto scrivendo per il teatro una cosa molto ambiziosa, vedremo. Sto cercando di capire che film voler fare, vengo da un successo e devo farne altri per essere all’altezza, voglio continuare il dialogo con il mio pubblico e con i giovani confinati in rassegne e festival”.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...